Ti sei mai chiesto perché nell’ultimo decennio il settore del turismo ha avuto una crescita esponenziale?

Sembra che tutto ad un tratto le persone abbiano cominciato a provare un’irrefrenabile voglia di viaggiare .

Ma qual è il motivo di questo boom turistico?

Per capirlo facciamo un passo indietro.

Innanzitutto è fondamentale suddividere chi viaggia da chi fa il turista.

Il turista appaga piaceri diversi del viaggiatore, si limita a visitare luoghi di interesse comuni e a nutrire piaceri primari quali cibo acqua ecc.

Il viaggiatore fa lo stesso, ma l’appagamento principale gli proviene dal nutrimento della sua conoscenza.

Ma andiamo per ordine.

Guardiamo insieme quali possono essere i motivi di questo boom del turimo.

 

1 – La natura da nomade

Fin dai tempi antichi, l’uomo è stato un nomade, si spostava spesso per cercare cibo e trovare le migliori condizioni climatiche per vivere.

Non è nel nostro DNA restare chiusi dentro un ufficio tutto il giorno a guardare un monitor, e questo “malessere” si è scatenato decennio dopo decennio.

Non a caso, gli individui in cui la voglia di viaggiare è accentuata, sono gli stessi che svolgono lavori da ufficio o mansioni dove si è costretti a stare chiusi fra 4 mura, questo perché sono in maggior misura vittime della staticità lavorativa.

 

La voglia di viaggiare, risulta sicuramente inferiore in una persona che svolge una mansione dove vi è la componente del cambio di “paesaggio” lavorativo.

Infatti, come detto prima, le persone con meno voglia di viaggiare sono proprio quelle che svolgono attività all’aperto.

L’ Università di Stanford University California, nel 2016, ha svolto un sondaggio in merito, interrogando diverse persone suddividendole per mansioni svolte, chiedendo loro se sentissero la necessità di dover fare un viaggio nell’arco di tempo dei 3 mesi.

I risultati del sondaggio sono stati :  Risposte positive al sondaggio :

  • Lavori da ufficio : 65 %
  • Lavori svolti all’aperto : 30 %
  • Lavori svolti su mezzi di trasporto : 40%
  • Lavori di rappresentanza : 35 %

“Chi viaggia ha scelto come mestiere quello del vento.”

 

2- L’aumento dei lavori da ufficio

Negli ultimi 30 anni, sono aumentati progressivamente i lavori da ufficio, a discapito dei lavori all’aperto.

Come detto prima, le persone che svolgono lavori al chiuso sono più soggette al richiamo del viaggio, in quanto non godono della componente del cambio di paesaggio lavorativo.

L’aumento costante degli ultimi 50 anni di lavori da ufficio, ha fatto in modo,oggi, di avere una buona parte di responsabilità di questo boom del turismo.

Come si può vedere dal grafico, vi è sempre stata una crescita del turismo sin dal 1950, ma dal 2000 in poi vi è letteralmente una crescita esponenziale, che andrà sempre più aumentando negli anni a venire.

andamento turismo

TI PIACE VIAGGIARE DA SOLO? CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE

 

3 – Il gioco non vale la candela

Viviamo in un momento storico in cui si hanno dei livelli di stress lavorativo mai visti prima.

La gente lavora lavora e lavora ottenendo in cambio solo il minimo indispensabile per poter vivere, al contrario di qualche decennio fa in cui il mercato del lavoro era nel suo periodo più roseo e gli stipendi erano ben proporzionati alle ore di lavoro spese.

Al giorno d’oggi, molti finiscono per mollare tutto, gettano la spugna e la prima cosa che pensano di fare, nella maggior parte dei casi, è viaggiare.

Perchè viaggiare?

Viaggiare da un senso di libertà senza eguali.

Ci si riappropria del tempo, e si ritrovano i sogni che il lavoro aveva spazzato via in precedenza.

 

4- L’informazione ci ha fregati

Al contrario di 50 anni fa, epoca in cui se nascevi contadino morivo contadino e il viaggio più lungo che avevi fatto era da casa a tua al fruttivendolo dietro l’angolo, oggi siamo in grado, grazie ad uno schermo, di sapere cosa c’è dall’altra parte del mondo.

Grazie ad internet, possiamo conoscere un mondo che esiste realmente, e di conseguenza questo scatena in noi la curiosità di toccare con mano quei posti.

Inoltre, viviamo circondati da input di marketing pronti a venderci pacchetti preimpostati per dei viaggi mozzafiato, cascarci è facile.

 

Viaggiare è splendido, chissà che un giorno tutti potremo permetterci di poter lavorare viaggiando, o viaggiare lavorando 🙂

E secondo te, quali sono i motivi di questo boom del turismo?

 

 

Vuoi conoscere i segreti dei Travel Blogger ?

Scarica la guida gratuita su come ottimizzare e risparmiare sui tuoi viaggi.

come risparmiare sui viaggi

 

Ti è piaciuto l’articolo ?

Condividilo su :

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *