cambiare vita

8 ANNI FA HO LASCIATO IL MIO LAVORO DA ARCHITETTO PER VIAGGIARE:

OGGI NON POTREI ESSERE PIÙ FELICE

Se al giorno d’oggi lasciare il lavoro è difficile, lo è ancora di più se quel lavoro è ciò che hai sempre voluto fare e per cui hai studiato per anni e anni.

Durante gli studi ci insegnano a svolgere correttamente un determinato lavoro, ma non ci dicono nulla sui ritmi frenetici della nostra società.

Nessuno ci prepara a passare tutto il giorno dentro un ufficio bianco con luci artificiali, con una finestra che da su un mondo che non avremo il tempo di scoprire.

Certo, lo sappiamo tutti, viviamo in un sistema politico e sociale in cui i lavori tradizionali sono venduti secondo questo pacchetto preimpostato: 8 ore la giorno, un ora di pausa pranzo, 5 giorni la settimana, 3 settimane di ferie all’anno.

Ma quasi nessuno riesce ad immaginarsi quanto può essere opprimente questo sistema dopo anni e anni di continue routine.

E’ il caso di Norbert, originario di Porto Rico, ma con una prolungata esperienza di lavoro negli Stati Uniti.

” Sono ormai tre anni che ho lasciato il mio lavoro per poter viaggiare; mi piacerebbe poter dire di averlo fatto per ritrovare me stesso o perchè era un periodo di cambiamenti nella mia vita, ma non sarebbe la verità ”

” Il vero e unico motivo per cui mi sono licenziato fu perchè volevo vedere il mondo

lasciare il lavoro Norbert
IG @globotreks

Lasciare il lavoro da Architetto

Quante volte rimuginiamo intorno ad una decisione?

Mesi? Anni?

Spesso rimuginiamo così tanto che alla fine scegliamo di non scegliere.

Scegliere comporta responsabilità, rischi.

Ma è nel momento in cui non scegliamo che rimaniamo incollati nella nostra confort zone.

Non è un caso che si chiami così.

Zona di confort in quanto è una posto in cui ci sentiamo al sicuro, protetti. Una zona dove difficilmente ci capiterà qualcosa.

Ma è anche una zona in cui difficilmente riusciremo a “trovare” qualcosa.

” Sognavo tutti i giorni di poter viaggiare, ma un conto è pensare di licenziarsi, e un conto è farlo davvero “.

” Da quando ho lasciato il mio lavoro molti mi hanno chiesto il perchè di questa scelta, se sto scappando dalle responsabilità o altro “.

” In sostanza, la gente vuole comprendere perchè ho scelto di vivere viaggiando piuttosto che accontentarmi delle solite 3 settimane di vacanza all’anno ”

” La verità è che, dopo aver lavorato per anni in un’ottima azienda di architettura a New York, ho capito che 3 settimane sono decisamente troppo poche per poter vedere cosa il mondo ha da offrire “.

Spesso le persone collegano il licenziamento con l’avversione verso il lavoro, ma non è così per Norbert.

” Onestamente, amavo il mio lavoro, amavo l’azienda e amavo l’ambiente con i miei colleghi, ma con l’andare degli anni notavo che la mia mente non era più lucida come un tempo ”

” Durante le ore passate in ufficio immaginavo di viaggiare ovunque nel mondo e facevo ricerche su internet riguardo a mete sconosciute da scoprire ”

lasciare il lavoro Norbert
IG @globotreks

Leggi anche: ” Vivere delle proprie passioni è ancora possibile: come sono diventata un Influencer di successo

Cosa mi ha spinto a viaggiare

Da cosa nasce la voglia di cambiare vita e viaggiare?

Per alcuni può essere una delusione, un periodo di cambiamento, un amore; per Norbert fu la sua infanzia.

” Vengo da una famiglia di viaggiatori, abbiamo sempre viaggiato tutti insieme come famiglia ”

” Il concetto del viaggio si impresse in me quando ero bambino ”

” Poi al college feci il mio primo viaggio in Europa e  mentre visitavo la Sagrada Familia ebbi un ispirazione: capii che il mondo era troppo bello per lasciarselo scappare, era troppo bello per passare tutta la vita fra 4 mura bianche di un ufficio “.

” Non avevo abbastanza soldi per girare il mondo, ma feci una promessa a me stesso: un giorno avrei potuto essere libero di lavorare viaggiando dove volevo “.

Essere spinto da un’educazione improntata sul viaggio è già un bel passo avanti per avere uno spirito libero, ma per Norbert fu anche lo studio a spingerlo a cambiare vita.

” Un’altro motivo che mi ha spinto a viaggiare è stato lo studio dell’architettura “.

” Al college si studiavano i soliti argomenti: Architettura europea, romana, impero ottomano ecc, ma io ero interessato anche a quella Maya, alle tribù africane, al Sud Est Asiatico e ad altre “.

” Capii che i miei studi erano limitati, io volevo vedere e conoscere qualsiasi tipo di architettura ci fosse nel mondo, e potevo esaudire questo mio desiderio affidandomi alle sole mie forze “.

 

La decisione del cambiamento

Durante l’ultimo anno presso l’azienda a New York, Norbert provò in tutti i modi a farsi andare bene quello stile di vita.

” Amavo New York ma non amavo la mia vita a New York, amavo la mia professione ma non amavo il mio lavoro. ”

” Mi resi conto ad un certo punto che accettavo le cose come venivano, come la maggior parte delle persone, con la frase: questa è la vita.

Norbert provò quindi ha cambiare alcune sue abitudini, per dare una piega diversa alla sua vita.

” Provai a cambiare azienda, provai a vivere a casa con altre persone e provai a viaggiare più spesso di quello che facevo normalmente, ma non cambiò molto “.

” Poi ad un certo punto, nel 2010 capii: il mio voler viaggiare non era più un desiderio, era un bisogno “.

lasciare il lavoro Norbert
IG @globotreks

Quindi….. mollare tutto

Ad un certo punto di quell’anno, Norbert fu talmente oppresso dalla sua situazione che la decisione arrivò come un fulmine.

” Un giorno mi trovavo a lavoro, e in uno dei miei tanti momenti di ricerca sul web di viaggi, trovai un volo per Nairobi davvero economico ”

” Esitai un pò a prenotare, ma poi lo feci. ”

” In quel momento, sentii brividi di ogni tipo inondare il mio corpo “.

” Paura, gioia, eccitazione, nervosismo. Ero completamente su di giri “.

La partenza era lontana, ma per Norbert la svolta era cominciata.

La decisione di prenotare per Nairobi fu il primo passo verso un cambiamento che l’ha portato oggi verso la sua libertà.

” Anche se il volo sarebbe stato 9 mesi più tardi, quella prenotazione mi obbligò a pensare che da li a breve la mia vita sarebbe completamente cambiata “.

 

Vivere Viaggiando

Sono passati 8 anni da quando Norbert decise di lasciare il lavoro, 8 lunghi anni in cui questo giovane ragazzo pieno di vita ha vissuto.

In questo arco di tempo Norbert ha girato il mondo, ha visitato luoghi che non avrebbe mai potuto vedere rimanendo incollato alla sedia della sua scrivania.

” Dopo 8 anni da quella mia decisione mi considero più felice, più in salute e più saggio di quanto non lo fossi mai stato. ”

” Ho migliaia di storie ed esperienze da raccontare, storie che mi hanno fatto ridere e piangere, che mi hanno fatto temere per la mia vita e crescere come persona “.

Da allora Norbert ha visitato tantissimi paesi, ma non ha mai esaurito la voglia di esplorare.

Più viaggia, più ha voglia di scoprire, e con l’andare degli anni ha imparato a lavorare viaggiando.

” Partii per Nairobi lasciando indietro la mia vecchia vita con 18.000 $ e aprii il mio blog “.

” Oggi guadagno attraverso esso e altre piccole attività sul web “.

” Ho cambiato completamente la mia attività e non potrei essere più felice “.

” Quando si fa strada dentro di te un desiderio, che martella la tua mente giorno e notte, non combattere quel sogno, vivilo

lasciare il lavoro Norbert
IG @globotreks

 

Segui Norbert sul suo blog e su Instagram

 

Nico Fontana

 

Vuoi conoscere i segreti dei Travel Blogger ?

Scarica la guida gratuita su come ottimizzare e risparmiare sui tuoi viaggi.

come risparmiare sui viaggi

Ti è piaciuto l’articolo ?

Condividilo su :


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *