Si può portare cibo in aereo? Tutti i miei consigli

si può portare cibo in aereo

Si può portare cibo in aereo? Domanda legittima se stai per prendere un volo e ti stai portando appresso alimenti o altre cose di dubbia provenienza.

A chi non è capitato di andare all’estero e portarsi dietro qualche alimento tipico del posto, e poi una volta giunto all’aeroporto chiedersi: ma si può portare cibo in aereo?

Be, a me è capitato varie volte, e ad un certo punto, stanco dei dubbi, mi sono informato a fondo su che alimenti potevo o non potevo portare in aereo.

La paura di sbagliare qualcosa mi venne la prima volta quando andai a Melbourne, in Australia, quando prima dell’arrivo all’aeroporto mi diedero un foglio dove dovevo dichiarare tutto quello che stavo trasportando, dalle sigarette ai cibi, alle bevande.

All’epoca avevo nello zaino solo una focaccia comprata durante lo scalo a Singapore, ma bastò per farmi venire l’ansia 😀

Sempre a Melbourne, mentre viaggiavo verso la Thailandia, dovetti buttare un vasetto di Nutella, per ben due volte.

La prima volta fu durante il primo volo, Melbourne – Singapore: acquistai il vasetto fuori dall’aeroporto ponendo poca attenzione alla quantità ( era maggiore di 100 Ml ), e all’aeroporto me lo fecero buttare.

Poi lo riacquistai a Singapore, durante lo scalo, sotto i 100 mL, ma a Phuket me lo fecero buttare ugualmente.

Come vedi, di cavolate ne ho fatte, e non poche 😆

Quindi, per fare maggiore chiarezza, vediamo insieme se si può portare cibo in aereo, e cosa si può portare.

 

Portare cibo in aereo: è possibile farlo?

Siamo Italiani, e abbiamo un rapporto particolare con il cibo e gli alimenti in generale.

Siamo un popolo con una cultura culinaria forte, e tendiamo a portarci cibo ovunque, in treno, in barca e anche in aereo.

Ogni giorno frotte di persone che partono con le valigie stra piene di prosciutto, parmigiano e focacce varie, per il terrore, una volta atterrati, di non ritrovare i vecchi sapori.

Quando ci si trova a che fare con le regole di un aeroporto però, è giusto fare riferimento alle normative vigenti della compagnia aerea e del paese di destinazione.

 

Leggi anche: “Come viaggiare in aereo, come organizzare il proprio volo al meglio” 

 

Si può portare cibo in aereo in Europa?

E’ chiaro che per noi Italiani i viaggi più frequenti sono quelli fatti all’interno dell’Unione Europea, quindi è giusto prendere in considerazione prima di tutto cosa si può portare in aereo in quest’area geografica.

Partiamo con il dire che se si acquistano bevande o alimenti all’interno dell’aeroporto ( dopo aver superato i controlli ), non esiste alcun tipo di divieto, è sempre bene comunque trasportare anche questi alimenti negli appositi sacchetti e mantenere lo scontrino fiscale.

Sul trasporto di alcolici esistono delle restrizioni solo nel caso in cui alcune bevande superino la quantità per uso personale come per esempio:

  • 10 litri di superalcolici
  • 20 litri di vino alcolizzato
  • 90 litri di vino (dei quali al massimo 60 litri di spumante)
  • 110 litri di birra

Se quindi ti stai portando via 50 litri di vodka dall’Ucraina, ti potrebbe essere richiesto di dimostrare che quella quantità sia per uso personale.

Ma quindi si può portare cibo in aereo nell’Unione Europea?

In Europa, non esistono particolari divieti sul trasporto di cibo in quanto i paesi adottano le stesse normative sanitarie, ma bisogna fare attenzione a tutti quegli alimenti inseriti in contenitori con dentro liquidi di ogni genere.

Sappiamo tutti ormai che il limite massimo per il trasporto di liquidi in aereo è di 100 Ml, da inserire in recipienti di plastica ( non sempre è richiesto, nel caso comunque sono gli aeroporti a fornirti le buste di trasporto ).

Per quanto riguarda il trasporto di alimenti necessari per la nostra persona a cui non si può rinunciare durante il volo, non esistono divieti, a patto che essi siano giustificati ai controlli anche tramite spiegazione verbale.

Questo significa che, nel caso in cui viaggiaste con il vostro neonato e abbiate con voi latte in polvere, è chiaro che il tutto è giustificato dal fatto che viaggiate con un bambino piccolo.

Se invece hai necessità di viaggiare con medicinali, ai controlli ti potrebbero richiedere una dichiarazione che ne giustifichi il trasporto in aereo, spesso si accetta anche solo la prescrizione medica.

 

Portare cibo in aereo fuori dall’Unione Europea

Stilare le regolamentazioni per ogni singolo paese risulterebbe estremamente confusionario e probabilmente questo articolo diventerebbe un manoscritto.

Io consiglio, prima di ogni viaggio extra UE,  di consultare il regolamento del paese in cui si vuole atterrare, per scongiurare ogni equivoco.

C’è da dire che in linea di massima il trasporto di cibi e bevande nei paesi extra UE è molto limitato.

Spesso introdurre alimenti all’interno di questi paesi è visto come commercio illegale o come un pericolo per i vari eco-sistemi.

Non so se ti è mai capitato di vedere Airport Sucurity Australia, dove vi sono dei controlli molto severi sul trasporto di alimenti.

Molti asiatici, ignorando le regolamentazioni, tentano di passare la frontiera con all’interno dei bagagli alimenti asiatici, incorrendo in sanzioni pesanti.

Altre volte invece è semplicemente vietato introdurre alimenti per credenze religiose.

Per esempio nei paesi musulmani è vietato introdurre alimenti a base di maiale, come gli insaccati, quindi se vai a Dubai, scordati di portarti il panino con il salame dall’Italia.

Anche in alcuni paesi del Sud America vi sono le restrizioni sulla carne di maiale.

In Russia non si può viaggiare con più di 1 Lt di vodka a persona, per evitare il contrabbando.

Quindi, informarsi sempre se si può portare cibo in aereo in questi casi.

si può portare cibo in aereo

 

Si possono portare alimenti da paesi Extra Europei?

A chi è che non viene voglia di caricarsi qualche bottiglia di rum dopo un viaggio a Cuba, oppure qualche bottiglia di Sake dopo un viaggio in Giappone?

Ma è possibile portarsi questi alimenti in aereo? E se si, dove metterli? Bagaglio a mano o stiva?

Io consiglio di portarli ( se possibile ) nel bagaglio a mano, in quanto è meglio essere sicuri sin da subito tramite i primi controlli di essere in regola, piuttosto di essere fermati poi a destinazione con la valigia stivata piena di cose che in realtà non si potevano portare.

C’è da dire che qualora si debbano trasportare alimenti per ragioni mediche, come anche medicinali, è possibile con una dichiarazione che ne attesti la necessità.

Se non si tratta però di situazioni particolari, bisognerebbe consultare il Regolamento CE 206/2009, che ha inserito nuove regole sull’introduzione nei paesi Europei di prodotti alimentari.

In generale, è vietato introdurre qualsiasi tipo di carne, latte o derivati ( ad l’eccezione di Andorra, Liechtenstein, Norvegia, San Marino e Svizzera).

Si può portare cibo in aereo a base di carne o latticini da paesi come Croazia, le Isole Færøer, la Groenlandia e l’Islanda, fino ad un limite di 10 kg a persona.

Non rispettare le regole significa rischiare di beccarsi una bella sanzione, anche penale, con espulsione del paese di destinazione anche per alcuni anni, come successe ad un mio conoscente che non pote entrare in Australia per qualche anno per aver “sgarrato” alla frontiera per la seconda volta.

I limiti comunque sono anche sottoposti ai pacchi spediti via posta, quindi attenzione anche alle spedizioni.

 

Si può portare cibo in Aereo Ryanair EasyJet o Alitalia

Ci sono degli alimenti che, anche se non sono esattamente liquidi, vengono considerati come tali per Ryanair e altre compagnie, quindi che non si possono portare.

Come per esempio tutti quegli alimenti spalmabili, come il cioccolato morbido o il burro di arachidi, il formaggio spalmabile o altri alimenti simili.

Se invece ti stai chiedendo se si può portare cibo in aereo Ryanair per tutti gli altri tipi di alimenti considerati “secchi”, come un panino, cracker o biscotti, la risposta è si.

Per quanto riguarda i liquidi, Ryanair utilizza le regole generali dei 100ml, appositamente collocati in una busta di plastica di dimensioni 20×20 con capacità massima di 1 L.

Per quanto riguarda Easyjet vigono le stesse regole, c’è da appuntare che qualora viaggiassi con un neonato e volessi trasportare il latte, in questo caso non c’è il limite massimo di 100 ml.

Alitalia è più restrittiva per quanto riguarda il trasporto di cibi in aereo, anche per uso personale, quindi consiglio in questo caso di non portare cibo in aereo con questa compagnia.

 

Si può mangiare in aereo?

Ok, abbiamo capito se si può portare cibo o meno, ma una volta a bordo, si può mangiare in aereo?

Qui, più che le delle regole scritte, vigono delle regole di buon senso 😆

Si perché strafogarsi di cibo sporcando tutto quello che si ha intorno, non è proprio il massimo per i tuoi compagni di viaggio.

Ricordati che starai viaggiando con altre persone, e se viaggi da solo probabilmente avrai accanto a te un perfetto sconosciuto, quindi se mangi, cerca di farlo nel modo più composto possibile.

Se stai affrontando un viaggio lungo in aereo, ti verranno serviti dei pasti ( colazioni, pranzi o cene, ma anche snack ), quindi è consono mangiare quando tutti gli altri lo fanno.

Una volta, ad un mio amico capitò che il passeggero che stava dietro di lui non volle mangiare la sua cena nell’orario in cui servirono i pasti.

Il mio amico mangiò come tutti, e dopo poco si mise a dormire reclinando il suo sedile all’indietro.

Dopo poco, il passeggero che stava dietro chiese al mio amico di rimettere il sedile in posizione normale in quanto lui doveva mangiare, ma a quell’ora tutto era spento ed era normale dormire.

Gli disse gentilmente che l’orario per mangiare era passato da un pezzo e quindi non avrebbe rimesso il sedile in posizione normale.

Come vedi, mangiare in aereo si può, ma bisogna sempre tenere in considerazione che non siamo soli nell’aereo, e il nostro mangiare non deve creare disagio agli altri.

 

Soluzioni e considerazioni su che alimenti si possono portare in aereo

Dopo tutte le considerazioni, penso sia chiaro quanto segue:

  • Se si viaggia in Europa il trasporto di alimenti è poco limitato, basta semplicemente stare attendi ai famosi 100 Ml e nel caso si trasporti cibo, assicurarsi che il contenitore non contenga liquidi superiori ai 100 Ml.
  • Se si viaggia Extra UE, è sempre bene informarsi sui limiti di trasporto alimenti della compagnia aerea e soprattutto del paese di destinazione

Il trasporto di cibi in aereo deve essere sempre fatto in modo adeguato, con contenitori appositi, tipo questo in basso.

 

 

Spero di aver risposto alla tua domanda se si può portare cibo in aereo.

 

Un abbraccio

 

Nicolas

 

Ti ricordo come sempre di iscriverti ai miei canali:

Youtube

Twitter

Facebook

Instagram

Se vuoi ascoltare le interviste che faccio alle persone che hanno cambiato vita puoi ascoltarle su Spreaker o Spotify

 

Vuoi imparare a viaggiare praticamente gratis ?

Scarica la guida gratuita che ti spiega come risparmiare fino all’80% sui tuoi viaggi.

come risparmiare sui viaggi

[wp_ad_camp_1]


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here