Intervista a Sara e Lorenzo: come la passione per il viaggio ha dato vita a “The Travelization”

Tempo di lettura : 5 minuti

 

Ciao! Siamo Sara e Lorenzo, 25 anni entrambi, e veniamo da Bologna.

Da circa 8 mesi ci stiamo occupando giornalmente del nostro Travel Blog “The Travelization”.

Il che significa curare ogni minimo aspetto che riguarda questo progetto: scrittura degli articoli, cura dell’aspetto grafico del blog, editing delle foto, lavoro sui social ecc.

Insomma tantissime attività che anche se sono “invisibili” agli occhi degli altri, sono necessarie alla nostra crescita quotidiana.

“The Travelization” è un progetto che riguarda il nostro blog di viaggi.

Io e Lorenzo abbiamo compiuto diversi viaggi insieme e l’obiettivo è condividere questa passione e le nostre esperienze con altri “malati” di viaggi come noi.

Per noi viaggiare è tutto, è ossigeno puro, lo ripetiamo sempre.

La nostra forza è pensare a tutto ciò che concerne i viaggi 24 ore su 24, senza stancarsi mai.

Scoprire nuovi luoghi, provare nuove esperienze e venire a contatto con culture diverse ti arricchisce e ti fa capire ed apprezzare la bellezza della diversità di ciascun popolo.

È successo tutto un po’ per caso.

Lorenzo doveva sostenere un esame all’Università riguardante l’apertura di un blog, così abbiamo colto la palla al balzo per unire l’utile al dilettevole.

Lui seguiva diversi corsi inerenti al mondo del blog, dei social, della SEO e della scrittura online; inoltre, ebbe la possibilità di lavorare in un’agenzia di comunicazione, dove apprese diverse conoscenze in più in materia.

Non c’è stato bisogno finora di corsi specializzati, ma probabilmente in futuro opteremo per un corso di fotografia, perché ci rendiamo conto che è fondamentale a certi livelli.

IG @the_travelization

 

Il presupposto è che non è semplice, ma è fattibile.

Noi ancora non possiamo affermare di vivere con le nostre passioni, ma siamo a buon punto e stiamo lavorando giorno e notte per arrivare a questo risultato.

È vero che all’estero ci sono molte più possibilità, però per noi è sbagliato a prescindere voler emigrare per vivere delle proprie passioni.

Crediamo sia giusto in un primo momento dare il 100% in Italia e cercare di capire in quale settore è meglio far evolvere le proprie passioni.

Poi ovvio, se non ci si riesce è giusto provare altrove.

Intanto apprezziamo molto che tu consideri il Travel Blogger come un mestiere, perché non è cosa da tutti.

Detto ciò, non è facile guadagnare in questo ambiente, o almeno non da subito.

Noi siamo attivi solo da 8 mesi, e confrontandoci con diversi Travel Blogger ben più esperti e attivi di noi abbiamo constatato che ci vogliono almeno 2-3 anni di intenso lavoro giornaliero per vedere dei risultati in termini di guadagno.

Al momento noi abbiamo delle entrate grazie a vari metodi: inserzioni pubblicitarie e affiliazioni con colossi tipo Amazon, Booking e Skyscanner, ma più che altro i nostri guadagni al momento li abbiamo grazie ad attività e progetti che svolgiamo in parallelo al blog.

Riguardo ai clienti, sono loro in verità che trovano noi tramite il blog, ma soprattutto i social (in particolare Instagram).

Sono per lo più strutture alberghiere, enti del turismo e tour operator.

IG @the_travelization

 

Ci è capitato finora di lavorare in entrambi i casi, sia in Italia che all’estero.

L’inglese è fondamentale.

Noi non possiamo definirci degli abili oratori, perché in fin dei conti abbiamo un B2 Universitario entrambi, ma ce la caviamo bene.

Poi il fatto di viaggiare spesso all’estero è un banco di prova davvero utile per allenarti a parlare e a capire l’inglese.

Nonostante le numerose collaborazioni ottenute in questi mesi, fino adesso la soddisfazione più grande è vedere sui social che moltissime persone ci seguono con passione.

Il fatto che degli sconosciuti siano davvero interessati a ciò che facciamo ci riempie di gioia.

È una soddisfazione immensa!

Di difficoltà ce ne sono ogni giorno, non ce n’è una in particolare.

Anche dietro a un semplice scatto o ad un articolo c’è sempre qualche inconveniente.

L’importante è non demoralizzarsi ed essere ottimisti e in questo ci aiutiamo a vicenda.

Il nostro obiettivo principale è ovviamente quello di crescere continuamente con il blog, cercando di arrivare un giorno a vivere davvero solo grazie alla nostra passione.

Siamo sulla buona strada, ma c’è ancora tanto lavoro da fare e ne siamo consapevoli.

In questo momento siamo in viaggio lungo le strade americane per un Coast to Coast di 40 giorni negli Stati Uniti.

Ma al ritorno da questo super viaggio ne seguiranno subito altri, tra cui uno in programma per l’estate in un luogo davvero particolare in Asia.

La ricetta magica non esiste.

Bisogna solo capire davvero qual è la propria passione che si vuole portare avanti.

Una volta capito questo ci si deve impegnare a fondo tutti i giorni, se davvero si vuole arrivare a vivere delle proprie passioni.

Poi, ovviamente, siate sempre voi stessi, nel bene o nel male.

La gente apprezza la sincerità, le persone vere e non quelle costruite a tavolino o con una maschera sopra.

“Vola solo chi osa farlo” (da La gabbianella e il gatto), è il nostro motto!

IG @the_travelization

 

Segui Sara e Lorenzo su : FacebookInstagramTwitter

 

 

Vuoi conoscere i segreti dei Travel Blogger ?

Scarica la guida gratuita su come ottimizzare e risparmiare sui tuoi viaggi.

come risparmiare sui viaggi

Ti è piaciuto l’articolo ?

Condividilo su :

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *